Porsche 911 GT3 PDK

Monta il potente 6 cilindri aspirato di 4 litri che eroga 500 CV. In 3,4 secondi scatta da 0 a 100 km/h raggiunge i 318 km/h. Ha le ruote posteriori sterzanti e nasce nello stesso reparto che mette a punto le vettureda corsa, con soluzioni che derivano direttamente dalla 911 Cup. Ma si puė usare tutti i giorni, grazie anche al dispositivo di sollevamento della parte anteriore di cui è dotata.

Il motore è nuovo. Si tratta del propulsore aspirato a iniezione diretta più potente e con la cilindrata più grande che Porsche abbia mai realizzato a partire dal motore boxer a 6 cilindri per l’utilizzo su strada. Di 4.0 litri, eroga 500 CV, sviluppa una coppia di 460 Nm e, rispetto al modello precedente, ha 25 CV in più. Può arrivare a oltre 9000 giri/minuto. È stato ripreso quasi senza variazioni, dalla 911 GT3 Cup. Altre caratteristiche sono rappresentate dalla leggera struttura del telaio e dall’asse posteriore sterzante, che aumenta l’agilità in curva e offre maggiore stabilità nelle manovre a velocità elevate. Inoltre, accanto al cambio a doppia frizione PDK di serie, per la prima volta è possibile scegliere anche un cambio manuale sportivo a sei rapporti. Il PDK è parte della storia Porsche nel settore delle auto da corsa. Nel 1986 e 1987 la Porsche 962 ha conseguito le sue vittorie assolute a Le Mans con un cambio a doppia frizione. I cambi di marcia rapidissimi e senza interruzione della forza di trazione consentono valori di accelerazione ottimali, riducendo il consumo di carburante. Tutti e sette i rapporti sono realizzati in modo da ottimizzare le prestazioni. Si raggiunge la massima velocità con la settima marcia.

Post precedente

FORD ECOSPORT

Post successivo

Ferrari166 MM 212 Export Uovo by Fontana (1950)

Redazione

Redazione

Il bello di ieri, il meglio di oggi, le auto di domani: AutoCapital, dal 1981 ogni mese il best-seller in edicola

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *