Uno stile più accattivante, una praticità migliorata e soluzioni tecnologiche di ultima generazione. Audi presenta la seconda generazione del suo SUV compatto

 

Q3_0300002_AB_33 La seconda generazione dell’Audi Q3 si presenta più sportiva rispetto al modello precedente. Merito, tra gli altri elementi, del single frame ottagonale (che ha debuttato sulla Q8) e delle grandi prese d’aria laterali.

La nuova Q3 cresce in tutte quasi le dimensioni: è più lunga di 97 mm (ora 4485 mm), più larga di 18 mm (ora 1849 mm) e con un passo allungato di 78 mm fino agli attuali 2681. Diminuisce invece l’altezza visto che la nuova Q3 è ora alta 1585 mm, 5 mm in meno della generazione precedente. È possibile suddividere gli spazi in modo estremamente variabile: il divano posteriore, ad esempio, è regolabile longitudinalmente di 150 mm. In funzione della posizione del divano posteriore e degli schienali, il vano bagagli è caratterizzato da un volume di 530 o 675 litri. A schienali abbattuti, la capacità raggiunge i 1.525 litri.

Audi Q3

Il carattere sportivo della nuova Q3 viene ripreso all’interno dell’abitacolo. Qui la plancia si sviluppa su due livelli. La modanatura in nero lucido accoglie l’elemento centrale del nuovo concept di azionamento dei comandi: il display MMI touch. Analogamente alla sottostante unità di comando del climatizzatore, lo schermo è orientato verso il conducente con un angolo di 10 gradi.

Per nuova Q3, Audi si avvale di un concept di azionamento dei comandi e visualizzazione inedito, che non prevede alcuno strumento analogico. Al centro della plancia è presente il display MMI touch con diagonale da 8,8 pollici. Con la versione top di gamma, ossia il sistema di navigazione MMI plus, il touchscreen raggiunge i 10,1 pollici. Le indicazioni vengono visualizzate mediante l’Audi virtual cockpit da 10,25 pollici o, a richiesta, da 12,3 pollici. Dal punto di vista tecnico, il sistema di navigazione MMI plus di Audi Q3 offre le stesse funzioni delle vetture di segmento superiore, ponendosi quale nuovo punto di riferimento della categoria. La navigazione riconosce le preferenze del conducente sulla base dei tragitti già effettuati, generando suggerimenti intelligenti.  Al  vertice anche i sistemi di assistenza alla guida.

Q3_0300007_AB_33

Quattro le motorizzazioni previste al lancio, tre TFSI e un TDI, con potenze da 150 a 230 CV. Tutti i propulsori rispettano l’architettura a 4 cilindri a iniezione diretta con sovralimentazione mediante turbocompressore. Anche le unità TFSI sono dotate di filtro antiparticolato. Presumibilmente la più interessante per il nostro paese sarà il 2.0 TDI da 150 CV che sarà disponibile con il cambio manuale a a 6 marce o con l’S tronic a 7 rapporti e trazione sia anteriore sia integrale. Le prime vetture verranno consegnate a novembre 2018 in Germania e in altri Paesi europei.

Post precedente

Il numero di ottobre 2018 è in edicola

Post successivo

Kia Stinger AWD 2.2 CRDi GT Line

Redazione

Redazione

Il bello di ieri, il meglio di oggi, le auto di domani: AutoCapital, dal 1981 ogni mese il best-seller in edicola

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *