Una delle vetture più incredibili mai create è sbarcata per la prima volta in Italia. Mercedes-Benz ha infatti portato a Milano la Mercedes-Benz  Classe E All-Terrain 4×4^2, una showcar che dimostra il meglio che la Casa di Stoccarda propone per quanto riguarda l’offroad e il mondo delle station wagon.

La All-Terrain 4×4^2 è frutto dell’ingegno di Jürgen Eberle. Da entusiasta off-road, il progettista ha osservato gli assi a portale della G 500 4×42 e si è chiesto se fosse possibile installare qualcosa di simile su una Classe E dotata di un moderno asse multilink. Grazie al supporto di molti appassionati collaboratori, ha presentato una vettura All-Terrain 4×4^2 su grandi ruote.

La Classe E All-Terrain (la versione più avventurosa della Classe E SW) si trasforma così, da vettura lussuosa e versatile, in un deciso arrampicatore off-road: già dal look è evidente come la All-Terrain 4×4^2 possa arrivare praticamente dappertutto. Con 420 mm, dispone di più del doppio dell’altezza libera dal suolo rispetto al modello di produzione (160 mm). La capacità di guado, vale a dire la massima profondità dell’acqua che è in grado di attraversare, di 500 mm, è più vicina a quella dell’iconica off-road Classe G (600 mm) di quanto lo sia al livello standard All-Terrain (280 mm). In questo modo, la All-Terrain 4×4^2 soddisfa i criteri geometrici che le permettono di arrivare là dove altri veicoli a trazione integrale non possono.

L’evento ha permesso di lanciare ancora una volta la Classe E All-Terrain, una versione lanciata lo scorso anno che ha contribuito a raddoppiare nel 2017 le vendite della Classe E rispetto all’anno precedente, passando da circa 3000 a 6000 esemplari venduti. Rispetto alla station wagon standard, la All-Terrain è più lunga di 1,4 cm ma soprattutto più alta di 2,9 cm. Più sportiva grazie a cerchi di grandi dimensioni (19 o 20″), ma anche più confortevole grazie alla spalla alta, la Classe E ALL-Terrain dispone inoltre del sistema Dynamic Select con 5 programmi di marcia tra cui un set up specifico per l’offroad che alza l’assetto della vettura di ulteriori 20 mm fino a 35 km/h.

Due i motori disponibili, entrambi turbodiesel: il 4 cilindri 220 d da 194 CV e il 6 cilindri 400 d da 340 CV. Entrambi i propulsori sono abbinati di serie al cambio automatico 9G-Tronic e alla trazione integrale 4Matic. I prezzi partono da 61.300 euro per la 220 d e da 72.715 euro per la 400 d.

Post precedente

Coppa d’Oro delle Dolomiti

Post successivo

Ferrari 250 GTO telaio 3413

Andrea Spitti

Andrea Spitti

Giornalista dal 2005 per il "Giornale di Brescia" e appassionato di motori fin dalla nascita. Passione che tiene viva scrivendo di auto per il mensile AutoCapital e guidando sulle strade di tutti e cinque i continenti.

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *