Prestazioni impressionanti, emozioni a non finire. Una supercar con tecnologia talmente avanzata in grado di far sentire pilota anche un normale guidatore. Con in più la sensazione unica di volare nel vento

Lamborghini_Aventador-1102

La sintesi nel commento di Stefano Domenicali, Chairman e Chief Executive Officer di Automobili Lamborghini: “La nuova Aventador S definisce nuovi punti di riferimento in termini di tecnologia e prestazioni su strada e pista, mentre la versione Roadster aggiunge una nuova dimensione al piacere di guida. L’Aventador S Roadster – ha proseguito – offre tutto il brivido di una guida open-air senza scendere a compromessi sul fronte della dinamica di guida o del comfort di bordo, aggiungendo un nuovo livello di lusso grazie alle opzioni di personalizzazione disponibili”. L’impatto visivo, quando appare in una via cittadina e nella corsia di sorpasso, è forte. Lamborghini_Aventador-1028
La Roadster, infatti, conserva il design dell’Aventador S ma aggiunge la personalità speciale di una spider. Si tratta di un mix tra l’essenza del design Lamborghini e il risultato di approfonditi test aerodinamici. Cominciando dal posteriore, che, mostrando linee nettamente diverse rispetto alla Coupé, conferisce alla Roadster un forte carattere aerodinamico. L’hard top si collega alla parte posteriore grazie a due pinne che si estendono fino al cofano motore in una combinazione tra il nero lucido, il colore della carrozzeria e le lamelle in carbonio verniciate in nero opaco. C’è la possibilità di scegliere lamelle trasparenti che lasciano vedere il V12 in tutta la sua bellezza.

I pannelli rimovibili del tetto rigido, dalle linee snelle e con un peso inferiore a 6 kg, sono modellati con un profilo convesso per assicurare maggiore spazio all’interno dell’abitacolo. Rifiniti in fibra di carbonio color nero opaco nella versione di serie, sono disponibili anche in nero brillante e fibra di carbonio a vista lucida, senza contare le altre possibilità di personalizzazione offerte dal programma Ad Personam. Un semplice sistema di fissaggio consente di rimuovere rapidamente i pannelli del tetto riponendoli nel vano portabagagli anteriore (operazione, a onor del vero non molto agevole).

Lamborghini_Aventador-1045 Il lunotto posteriore viene azionato elettricamente con un pulsante, permettendo così di apprezzare in pieno il sound del potente V12. Chiuso, durante la guida a tetto smontato, riduce al minimo il flusso d’aria e il rumore, sempre elettrizzante, all’interno dell’abitacolo. L’Aventador S Roadster della prova era colorata nella nuova tonalità Ad Personam Blu Aegir, colore ispirato al tranquillo turchese dell’oceano, sotto cui si nasconde una forza indomabile. Un’auto sofisticata ma potente, caratterizzata da un largo uso della fibra di carbonio.

Gli specchietti retrovisori e il telaio del parabrezza sono rifiniti in fibra di carbonio lucida, come anche la parte inferiore della vettura, inclusi paraurti anteriori e posteriori, minigonne laterali, prese d’aria e bocchette, che sono in fibra di carbonio a vista. Il suffisso “S” dell’Aventador Roadster sta a indicare i progressi raggiunti con il nuovo modello in termini di design e tecnologia: trazione integrale, nuove sospensioni attive, nuovo sistema a quattro ruote sterzanti e la nuova modalità di guida EGO, già introdotta sull’Aventador S Coupé. Inoltre, grazie alla completa riprogettazione dei sistemi di controllo elettronico e delle sospensioni, il concept di “total control” garantisce un’esperienza di guida straordinaria e prestazioni di primo livello.

Lamborghini_Aventador-1099

Il miglior controllo laterale derivante dal nuovo sistema a quattro ruote sterzanti garantisce maggiore agilità alle basse velocità e più stabilità alle alte velocità. Questo è reso possibile anche grazie al Lamborghini Dynamic Steering (LDS), che assicura un’ottima risposta e reattività nelle curve più strette. Il migliore controllo verticale è dato da sospensioni pushrod aggiornate, nuove molle posteriori e sospensioni magnetoreologiche Lamborghini (LMS), con cinematismi rivisti per adattarsi alle quattro ruote sterzanti. Un nuovo sistema di sospensioni ad ammortizzazione variabile in tempo reale ottimizza il controllo su ruote e carrozzeria, amplificando al massimo equilibrio e rigidità a terra.

Un sistema ESC ottimizzato migliora il controllo longitudinale per una gestione più rapida e precisa del controllo di trazione e della dinamica della vettura a seconda della modalità di guida selezionata, ottimizzando l’aderenza in tutte le condizioni e migliorando la maneggevolezza. La calibrazione della trazione integrale permanente tiene conto dell’effetto stabilizzante del nuovo sistema sterzante posteriore, permettendo così di trasferire una coppia più elevata sul retrotreno: rilasciando l’acceleratore, sull’avantreno viene trasferita una coppia minore per una guida sportiva ma sicura.

Lamborghini_Aventador-1027L’alettone posteriore attivo ottimizza l’equilibrio aerodinamico della vettura a seconda della velocità e della modalità di guida selezionata, mentre il design aerodinamico complessivo notevolmente potenziato migliora la deportanza anteriore di oltre il 130% rispetto alla precedente Aventador. Quando l’alettone è in posizione ottimale, la Roadster raggiunge oltre il 50% di efficienza complessiva a deportanza elevata e oltre il 400% a resistenza minima. L’Aventador S Roadster consente di scegliere tra quattro modalità di guida: Strada, Sport, Corsa e la nuova modalità EGO. Ciascuna di esse influenza ogni aspetto del comportamento della vettura attraverso la gestione della trazione, della sterzata e delle sospensioni. La modalità EGO permette al conducente di impostare i propri criteri preferiti in ogni modalità per adattare la vettura al suo stile di guida.

Lamborghini_Aventador-1010Con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 3,0 secondi e una velocità massima di 350 km/h (pari a quella all’Aventador S Coupé), l’Aventador S Roadster pesa solo 50 kg in più rispetto alla versione Coupé. Il motore V12 da 6,5 litri genera la stessa potenza di 740 CV della Coupé, con una coppia di 690 Nm a 5500 giri/minuto. Il cambio leggero a 7 rapporti ISR (Independent Shifting Rod) garantisce una cambiata robotizzata in appena 50 millisecondi, con freni carboceramici di serie. I cerchi Dione da 20” e 21” sono montati su pneumatici Pirelli P Zero sviluppati appositamente per l’Aventador S. All’interno, il quadro strumenti digitale con display TFT può essere personalizzato in base alle preferenze del conducente, mentre il sistema Apple CarPlay è fornito di serie. Abbimo descritto sommariamente una supermacchina, come in effetti è l’Aventador S Roadster, in grado di offrire emozioni non solo per le prestazioni impressionanti, ma di dare quel sovrappiù di ebbrezza per il fatto di essere a cielo aperto. Sentire il grido del suo motore che non smette mai di salire di giri è un’emozione ben più forte rispetto alla sensazione che dà una macchina chiusa. Questa Roadster è inebriante fino a stordire.
Lamborghini_Aventador-1021

Post precedente

Circuito di Avezzano

Post successivo

Renault Captur Tokio Edition

Sperangelo Bandera

Sperangelo Bandera

Giornalista professionista, per 18 anni corrispondente del Corriere della Sera, oggi è Vice direttore di AutoCapital. Mosso dalla passione in tutto ciò che fa, scrive e descrive solo le automobili che guida per amore: conta forse altro nella vita?

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *