2

 

 

Mentre ricompare in pubblico uno dei due esemplari del 1968 utilizzati per il film di Steve McQueen, al Salone di Detroit è apparsa la nuova serie speciale basata sul model-year 2018. Tutti i segreti dell’originale e tutte le caratteristiche del modello atteso nelle concessionarie dall’estate.

 

 

35

Questo è un doppio anniversario: riguarda un’auto e un film. Entrambi da leggenda, al punto che della prima vengono puntualmente riproposte nuove interpretazioni a ogni buona occasione. Quanto alla pellicola, non ha avuto un seguito dopo l’Oscar (per il montaggio) ottenuto appena uscita; tuttavia resta nella storia del cinema ed è facile acquistarla oggi in DVD a 10 euro e dintorni. Bullitt, e la Ford Mustang Bullitt che diventerà un mito dell’automobile sportiva dopo il successo cinematografico del film, sono la quintessenza del concetto dell’auto americana degli anni Sessanta: benzina che sgorga senza limiti dalle vene dei protagonisti della commedia interpretata da Steve McQueen e dai carburatori del motore V8 della fastback-coupé dell’Ovale Blu. Un’auto speciale per la sua storia, o meglio per la storia dei due esemplari, identici, utilizzati nella produzione del film Bullitt nel 1968: parliamo della Mustang GT390, quindi la versione più potente dell’epoca a eccezione delle Shelby Mustang KR500, con cambio meccanico a 4 marce con selettore a “H” ben impresso sulla cuffia alla base della leva al pavimento, e verniciatura Highland Green 3067-A, tinta regolarmente a listino Ford ancorché poco richiesta all’epoca, a quanto risulta.

 

Mustang Bullitt del 2018

Si è presentata ai giornalisti in modo semplice, ma molto efficace, scendendo dalla nuova Mustang Bullitt sullo stand del Salone di Detroit, la bella Molly McQueen, professione artista. “Sono Molly McQueen, la nipote di Steve”. Pochi secondi dopo, mentre spiega alla stampa quanto fossero stati intensi l’amore e l’attrazione del nonno per quell’auto, parte una sequenza del film Bullitt, a tutta parete. Accanto alla vettura del 1968 c’è la Mustang model-year 2018 in allestimento Bullitt: disponibile in verde Dark Highland Green (ma anche in nero Shadow Black), adotta ruote da 19 pollici con foggia a cinque razze, freni Brembo con pinze rosse, calandra a nido d’ape, logo Bullitt e, sotto il cofano, il nuovo V8 di 5 litri di cilindrata dotato di Performance Package. Che esprime 464 CV di potenza massima e una coppia di 529 Nm, per 263 km/h di velocità massima. Non è solo tecnica da “bruciasemafori” quella che caratterizza il nuovo modello: la Mustang 2018, dotata dell’Electronics Package, vanta anche il quadro strumenti digitale e il monitor touch da 12 pollici a centro plancia per gestire navigatore e impianto Hi-Fi, oltre ai vari dispositivi di assistenza alla guida e sicurezza. Consegne da giugno, e non solo negli USA a differenza della serie precedente.

 

 

Post precedente

PIÙ SICURI SULLE STRADE DI TUTTA EUROPA

Post successivo

Coppa Milano-Sanremo

Redazione

Redazione

Il bello di ieri, il meglio di oggi, le auto di domani: AutoCapital, dal 1981 ogni mese il best-seller in edicola

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *