Supportato da una partnership stabilita con il museo del Louvre sin dalla creazione di DS Automobiles, la DS 7 Crossback è ora offerta in un’esclusiva edizione limitata “Louvre”, ancora più ricca di elementi distintivi

2020_DS7CB_V0017

Da oltre otto secoli il Palazzo del Louvre accompagna la storia della Francia e di Parigi: nato come residenza reale, viene aperto al pubblico nel 1793 come museo universale e oggi ospita più di 5mila opere universalmente ammirate. Dal suo lancio nel 2015, DS Automobiles è partner del museo del Louvre, una collaborazione fondata sull’alleanza fra tradizione e modernità per costruire il futuro. Questa visione si basa su eccellenza, know-how e innovazione per promuovere la Francia e Parigi nel mondo.

2020_DS7CB_V0013I codici stilistici del museo sono trasposti dentro la DS 7 Crossback Louvre con l’integrazione di specifici badge “Louvre” sul cofano, sul portellone del bagagliaio e sulle porte anteriori. Le DS Wings, il contorno dei finestrini è caratterizzato da una decorazione Gloss Black, così come le barre del tetto e le decorazioni delle luci posteriori. Personalizzata fin nei minimi dettagli, la DS 7 Crossback Louvre aggiunge un tocco di eleganza con l’incisione laser con il motivo della Piramide sulle calotte degli specchietti retrovisori. L’ultima novità in termini di personalizzazione esterna è l’introduzione di una nuova versione di cerchi Paris da 20 pollici.

All’interno, il motivo della piramide di Ieoh Ming Pei è utilizzato elegantemente attraverso una stampa 3D sulle prese d’aria, sul cruscotto e con una goffratura applicata sulla pelle Nappa del coperchio del vano portaoggetti centrale. Per il piacere dei sensi, la DS 7 Crossback Louvre mostra le più emblematiche opere del museo sull’ampio touch screen centrale da 12 pollici ad alta definizione. All’avvio dell’auto, le opere si trasformano anche in una fonte di ispirazione grazie all’ascolto di un podcast di circa quattro minuti che ne svela tutti i segreti (disponibile in francese, inglese, tedesco, spagnolo e italiano).

2020_DS7CB_V0006Un altro vantaggio esclusivo: tutti i clienti dell’edizione speciale riceveranno una tessera degli “Amici del Louvre” che garantisce loro accesso illimitato alle collezioni permanenti e alle mostre temporanee del museo del Louvre ma anche del museo nazionale Eugène-Delacroix, un accesso prioritario al museo del Louvre attraverso il Passage Richelieu, un ingresso gratuito per un accompagnatore, un accesso gratuito a “La Galerie du Temps du Louvre Lens” e del “Louvre Abu Dhabi” e altre offerte in più di cento musei, per un anno.

La DS 7 Crossback Louvre è offerta con due motori ibridi plug-in da 300 CV (con trasmissione a 4 ruote motrici) e 225 CV (che introduce in Italia la versione a 2 ruote motrici) per emissioni di CO2 comprese tra 36 e 38 grammi per chilometro e consumo di carburante inferiore a 1,7 litri/100 km. In modalità 100% elettrica e a zero emissioni, l’autonomia può raggiungere i 58 chilometri secondo lo standard WLTP.

2020_DS7CB_V0008

Basata sulla versione Prestige e sull’ispirazione DS Opera Art Basalt, simbolo del know-how francese nell’industria automobilistica, la vettura combina numerosi equipaggiamenti di tecnologia avanzata alla raffinatezza tipica dei modelli della gamma DS offrendo – di serie – DS Connected Pilot, un sistema di guida semi-autonoma di livello 2, DS Active Scan Suspension, sistema di sospensioni controllato da una telecamera, DS Active LED Vision, per un’illuminazione dinamica della strada, oltre a numerosi aiuti alla guida, tra cui riconoscimento dei segnali stradali, monitoraggio attivo dell’angolo cieco, avviso di attenzione del conducente tramite telecamera o l’avviso di superamento della carreggiata, nonché i sedili anteriori riscaldati, massaggianti e ventilati e il parabrezza riscaldato. Tre le colorazioni (Blu Zaffiro, Grigio Cristallo, Nero Perla), la DS 7 Crossback Louvre è ordinabile da subito e sarà disponibile nella rete dei DS Store italiani a partire da novembre con prezzi di listino a partire da 60.700 euro.

Post precedente

La danza della Porsche 911 Carrera 4

Post successivo

Il numero di ottobre 2020 è in edicola

Redazione

Redazione

Il bello di ieri, il meglio di oggi, le auto di domani: AutoCapital, dal 1981 ogni mese il best-seller in edicola

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *