Il Miglio di Milano Michelin, Check&Go e #madetolast: tre iniziative del gruppo francese per il costante miglioramento della sicurezza degli automobilisti, dell’impronta ecologica di tutta l’industria degli pneumatici, del potere d’acquisto dei consumatori.

Michelin investe più di 600 milioni di euro ogni anno nel settore R&D e impiega più di 6000 ingegneri per sostenere lo sviluppo di nuovi modelli e di materiali ad alta tecnologia al servizio della sicurezza dei suoi clienti e dell’ambiente.
Per realizzare i suoi obiettivi, Michelin considera essenziale il coinvolgimento di tutti gli stakeholders dalle istituzioni fino ad ogni utente della strada. A tal fine, promuove iniziative e manifestazioni diverse per la diffusione di un’informazione corretta e una comune consapevolezza, perché gli automobilisti conoscano le performance nel tempo e la sicurezza dei propri pneumatici e il conseguente impatto ambientale ed economico: un uso corretto e consapevole, sostituendo gli pneumatici a 1,6mm anziché a 3mm, permetterebbe di evitare lo smaltimento di 128 milioni di pneumatici all’anno in Europa, di ottenere una riduzione delle emissioni di CO2 fino a 6,6 milioni di tonnellate, con un risparmio per gli automobilisti europei fino a 6,9 miliardi di euro ogni anno.

L’obiettivo di Michelin è assicurarsi che ciascun consumatore disponga di informazioni chiare in merito alle prestazioni dei propri pneumatici durante il loro intero ciclo di vita. Oggi sono disponibili soltanto informazioni sulle prestazioni degli pneumatici quando sono nuovi, condizione questa destinata a venir meno al percorrere dei primi chilometri. Michelin è quindi favorevole a test regolamentati sugli pneumatici usurati che permettano all’automobilista di effettuare una scelta consapevole riguardo il livello di performance dei pneumatici sino al limite di utilizzo consentito dalla legge.
La legge stabilisce che la sostituzione degli pneumatici deve essere effettuata quando l’altezza del battistrada raggiunge l’altezza di 1,6 mm.
Sono molti i costruttori che sviluppano pneumatici sicuri fino a questo limite legale di usura. Tuttavia, nulla vieta di commercializzare pneumatici le cui distanze di frenata si deterioreranno fortemente con il passare dei chilometri. Ne consegue che, in assenza di una normativa che imponga un livello di performance minimo quando gli pneumatici sono usurati, gli utilizzatori professionali e gli automobilisti spesso preferiscono effettuare la sostituzione prima che i propri pneumatici abbiano raggiunto il limite legale di usura. Questo comportamento, la sostituzione anticipata, comporta un costo per l’automobilista, uno spreco di materia e consumo di carburante e maggiori emissioni di CO2. È infatti provato che la resistenza al rotolamento diminuisce via via che lo pneumatico si usura.

Grazie alla campagna di sensibilizzazione di Michelin, al fine di garantire la sicurezza degli automobilisti, lo scorso marzo 2019 le istituzioni europee hanno introdotto il principio di “test su pneumatici usurati” all’interno della proposta di normativa europea, la General Vehicle Safety
Regulation, sulla quale si lavorerà a partire dall’autunno 2019. Un gruppo di lavoro è stato istituito presso la Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite (UNECE) per definire le procedure per realizzare questi test, gli pneumatici di riferimento e le soglie di performance da rispettare.

Oltre all’impegno a livello istituzionale, Michelin ha ideato e realizzato iniziative rivolte a tutti gli utenti della strada, perché sperimentino l’importanza della qualità degli pneumatici per la sicurezza di chi viaggia, soprattutto con il passare del tempo e con l’aumentare dell’usura.

“Check&Go”

“Check&Go” è l’iniziativa ideata da Michelin per promuovere la cultura della sicurezza stradale, offrendo agli automobilisti un controllo gratuito sullo stato di usura dei loro pneumatici grazie all’utilizzo della tecnologia laser, che permette di verificarne in pochi istanti il grado di usura. Il Tour Check&Go ha toccato 20 città italiane, nelle quali sono stati ispezionati oltre 1300 veicoli. I dati raccolti rivelano che oltre il 6% dei veicoli circolava con pneumatici con un battistrada residuo inferiore a 2 mm, e il 16% con un battistrada inferiore a 3 mm e/o usure anomale. Inoltre, il 55% degli automobilisti ha dichiarato di non conoscere quale fosse il limite legale di usura. Quest’ultimo dato, unito all’assenza di informazioni sull’evoluzione delle performance degli pneumatici durante il loro utilizzo, conferma la necessità di introdurre test obbligatori sugli pneumatici usurati.

#madetolast

vincitrice-veronica-camastra-doppia-fede

Michelin ha sollecitato la riflessione sulle performance che durano nel tempo anche sui social network e nelle università. È la sfida #madetolast, articolata in un concorso social, conclusosi il 30 giugno scorso, che invitava ad esprimersi su ciò che ha davvero valore nel tempo. I partecipanti potevano cimentarsi con l’Instant Win, rispondendo con un click a una semplice domanda su temi che spaziavano dall’ambiente alla sicurezza fino all’economia, oppure mettersi alla prova partecipando ad un concorso fotografico con un’immagine che esprimesse la propria idea di “valore nel tempo”.
La sfida universitaria di #madetolast, che si terrà nel corso dell’autunno, vedrà impegnati gli studenti di tutte le facoltà dell’Università̀ Federico II di Napoli e dell’Alma Mater Studiorum Università̀ di Bologna, che dovranno sviluppare idee innovative o studi originali basati sulla strategia Long Lasting Performance. La gara prevede una prima selezione che si svolgerà all’interno di ciascun ateneo, in cui verranno scelti i team che andranno in finale. I due primi classificati di ciascun ateneo svilupperanno la loro idea in un evento finale aperto al pubblico in cui presenteranno i propri progetti in un tempo massimo di 5 minuti. I vincitori riceveranno in premio da Michelin un assegno di 8000 euro, che contribuirà a finanziare il loro percorso di studi.

Il Miglio di Milano Michelin

ilmigliodimilano-keyvisual-orizzontale

Infine, Michelin si è rivolta al mondo dei runner professionisti e amatoriali. Il 19 ottobre si terrà la prima edizione del Miglio di Milano, manifestazione sportiva nel cuore della città, dall’Arco della Pace al Castello Sforzesco.
“Il Miglio” approda per la prima volta nella città meneghina, che entra così a far parte del circuito di questa gara che si corre in città prestigiose come New York e Londra. La distanza di un miglio, pari a 1,6 km (1609,34 m), alla portata e al ritmo di chiunque voglia parteciparvi, per Michelin non è solo una corsa, ma un’iniziativa simbolica: pensato in millimetri, 1,6 è il limite legale di usura degli pneumatici. Michelin, title sponsor dell’evento, sarà presente con uno stand all’interno del Villaggio per illustrare le differenze tecnologiche che permettono ai suoi pneumatici di essere sicuri fino al limite legale di usura.

Post precedente

Il numero di ottobre 2019 è in edicola

Post successivo

Volkswagen Golf VIII

Redazione

Redazione

Il bello di ieri, il meglio di oggi, le auto di domani: AutoCapital, dal 1981 ogni mese il best-seller in edicola

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *