FUORI DALLA GIUNGLA DELLE QUOTAZIONI

Due sono le ragioni che spingono all’acquisto di un’auto del passato: la passione e l’investimento di denaro in un bene rifugio. Nel secondo caso consigliamo di preferire una vettura di sicuro interesse storico o sportivo in perfetto stato e completamente originale. Queste sono le condizioni perché il “bene” veda aumentare, nel tempo, il suo valore

Le quotazioni qui riportate sono il frutto di una minuziosa e soprattutto realistica indagine di mercato che tiene conto delle richieste di chi vende. Siamo in un campo delicato: esistono molti listini, più o meno veritieri. Ci sono le valutazioni dei migliori commercianti del settore, delle vendite alle aste e delle numerose inserzioni di vendita dei privati. Resta inteso che il concetto di vettura in buone condizioni si riferisce a un’auto che non presenta difetti né alla carrozzeria, né al motore né ai rivestimenti interni e si trova allo stato originale di ogni singola parte che la compone. Anche la targa originale in vigore al momomento dell’immatricolazione del modello considerato un valore aggiunto ed è sicuramente da preferire a una vettura ritargata. AutoCapital ha scelto la quotazione più vicina possibile alla somma che si deve, alla fine, realmente pagare per una vettura in buone condizioni. È chiaro che la quotazione indicata varia al variare dello stato di conservazione della vettura, secondo la tabella pubblicata sotto. E per una vettura in condizioni pari al nuovo (difficile da trovare) visto che oltre all’utilizzo anche gli anni che passano vanno a deteriorare tutte le parti che compongono un’auto, la quotazione potrebbe aumentare del 30%.

 

+30%

È la quotazione raggiungibile da un esemplare conservato in condizioni pari al nuovo.


100%

È IL PREZZO CHE APPARE NEL LISTINO DI AUTOCAPITAL E SI RIFERISCE A VETTURE IN BUONO STATO DI CONSERVAZIONE.


-30/50%

È la svalutazione per un’auto in condizioni originali ma che richiede importanti interventi o un totale restauro, a patto che sia marciante e completa.


Fino al +100%

Una considerazione a sé merita il prezzo di una vettura restaurata a regola d’arte in ogni singola parte. Precisiamo che si parla di restauro totale quando la vettura viene completamente smontata e ricostruita dopo aver revisionato o sostituto ogni singolo pezzo, viti e bulloni compresi. Chi si è appassionato e cimentato nel restauro completo di una vettura potrà confermare che il costo finale del restauro ha superato di gran lunga la quotazione che viene attribuita a quella determinata vettura. In particolare il costo finale sarà tanto più alto quanto più bassa sarà la quotazione della stessa vettura in buono stato di conservazione. Ad esempio: la quotazione di una Fiat 500 L in buono stato di conservazione è di 7000 euro ma una analoga vettura restaurata a regola d’arte avrà un costo finale che può superare 15.000 euro. Chi decide pertanto di acquistare una vettura restaurata a regola d’arte deve sapere che il prezzo richiesto sarà nettamente superiore alla quotazione di una vettura in buone condizioni generali ma che di sicuro, visti gli anni sulle spalle, non garantirà la stessa efficienza della vettura appena rifatta.


Negli ultimi tempi si è assistito ad una notevole crescita dei prezzi delle auto da collezione. Nel caso di alcuni modelli prestigiosi, si sono registrati aumenti vertiginosi, con valori che in alcuni casi sono più che raddoppiati. Compilare listini affidabili e realistici, in un simile contesto, era come certificare questo fenomeno speculativo e pertanto AutoCapital ha deciso di sospendere le quotazioni. Attualmente sembra che le quotazioni, pur mantenendo valori fuori dalla realtà per alcuni modelli, si stiano in generale livellando al ribasso riportando i prezzi di molti modelli che erano lievitati solo perché trainati da questa bolla speculativa entro valori più vicini alla normalità. Nel listino che segue abbiamo comunque evidenziato in rosso le quotazioni che hanno risentito dei maggiori aumenti e che rimangono sempre sotto osservazione. In questi casi il rischio di diminuzione della quotazione è molto elevato.

 

ULTIMO AGGIORNAMENTO: AGOSTO 2019

 

Post precedente

Torna il Challenge Formule Storiche

Post successivo

Jeep Cherokee Limited 4X4 2.0d 140 CV

Redazione

Redazione

Il bello di ieri, il meglio di oggi, le auto di domani: AutoCapital, dal 1981 ogni mese il best-seller in edicola

2 Comments

  1. 21/03/2017 at 23:01 — Reply

    Grazie, fantastico articolo.

  2. Cristian
    28/01/2018 at 19:00 — Reply

    purtroppo mi trovo a dover quotare il mio mezzo in quanto distrutto in un incidente. Fondamentale saranno le vostre quotazioni e l’articolo qui sopra.
    Grazie per il lavoro che svolgete

Leave a Reply to Cristian Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *