Sono stati svelati gli appuntamenti che i piloti gentleman non professionisti attendevano da qualche settimana. Quattro le tappe messe in cantiere per la serie riservata alle Alfa Romeo storiche costruite tra il 1947 e il 1976.
La stagione si aprirà ufficialmente il weekend del 25-26 aprile al circuito Varano de Melegari, autodromo non nuovo ai piloti della serie. Oltre all’esordio di stagione, la tappa ospiterà anche la premiazione ufficiale dei vincitori assoluti e di classe dell’Alfa Revival Cup 2014, con la consueta consegna delle coppe e dei premi messi in palio dagli sponsor della stagione appena conclusa.

Armando De Vuono e Massimo Orlandini Vincitori Assoluti Alfa Revival Cup 2014.

Armando De Vuono e Massimo Orlandini Vincitori Assoluti Alfa Revival Cup 2014.

Il 13-14 giugno sarà invece la volta di Misano. Il circuito, dedicato a Marco Simoncelli, ospiterà nuovamente, dopo l’interessante tappa del 2013, i piloti appassionati del biscione. Continua la preziosa ed interessante collaborazione con il famoso promoter francese Peter Auto, questa volta sul circuito brianzolo di Monza. L’11-12 luglio il Tempio della Velocità sarà, infatti, sede dell’evento “Monza Historic”, che vedrà scendere in pista alcuni dei campionati riservati ad auto storiche più prestigiosi come U2TC, Sixties’ Endurance, Classic Endurance Racing, Trofeo Nastro Rosso, Heritage Touring Cup. In tale occasione si vedranno gareggiare vetture da corsa d’altri tempi che gli appassionati del settore non potranno di certo lasciarsi scappare.

La chiusura di stagione è prevista per il 10-11 ottobre al circuito di Imola, intitolato a Enzo e Dino Ferrari, tappa ormai irrinunciabile per l’Alfa Revival Cup e che vede ogni anno segnare il record sul numero di iscritti. Poche ma essenziali le novità sul regolamento per una serie che sembra appassionare tutti i piloti proprio per il format di gara. Confermata una gara unica di 60 minuti per ogni appuntamento, ma con sosta obbligatoria, o cambio pilota per chi corre in coppia, di 60 secondi in modo da garantire maggiore sicurezza. Confermato per l’intera stagione l’impegno di GPS Classic per coinvolgere maggiormente le vetture più storiche ma considerate talvolta meno competitive e divertenti. Il promoter rinnova infatti l’invito a tutti i possessori delle Alfa Romeo Giulietta e 1900 gruppo E nelle varie versioni, riservando agli iscritti una riduzione del 50% sulla tassa di iscrizione.

Come ogni anno, AutoCapital seguirà tulle le tappe dell’Alfa Revival Cup sulle pagine del magazine e nella sezione “Historique” di questo sito internet; per tutti gli aggiornamenti dell’organizzazione “GPS Classic”, al link qui di seguito, la pagina Facebook dedicata.

Post precedente

Dare vita a un sogno

Post successivo

Torna il Challenge Formule Storiche

Redazione

Redazione

Il bello di ieri, il meglio di oggi, le auto di domani: AutoCapital, dal 1981 ogni mese il best-seller in edicola

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *