L’Alfa Revival Cup 2014 ha i suoi campioni: Massimo Orlandini e Armando De Vuono su GTV 2000 hanno guadagnato il titolo stagionale. Sul secondo gradino del podio Renato Benusiglio, terzo per Luigi Mercatali che, pur essendosi sempre imposto nella sua classe, ha pagato l’assenza nella tappa austriaca del Red Bull Ring


Gran filane di stagione a Vallelunga per l’Alfa Revival Cup con colpi di scena già nelle prove libere del sabato mattina, quando il duo formato dal pilota romano Andrea Guarino e dal giornalista Eugenio Mosca, si vedeva costretto a fermarsi per problemi alla quinta marcia della Giulia Ti. Fermi anche Roberto Restelli e Fabrizio Zamuner, debuttanti nella stagione con un GTAM, per la rottura della pompa dell’olio. Le qualifiche mostravano ancora una volta la superiorità del savonese Roberto Arnaldi che, con la sua Alfa Romeo GTAM Gr. 5, precedeva il duo Roberto Chiaramonte Bordonaro e Antonio Stagno su Giulia Sprint GTA Gr. 4 e il tedesco Darius Ahrabian su GTAM del 1969. La gara si è dimostrata combattuta ed entusiasmante grazie al susseguirsi di numerosi sorpassi. In testa fin dai primi giri il tedesco Darius Ahrabian che solo nel momento della sosta obbligatoria cedeva per qualche giro la leadership al duo Chiaramonte-Stagno, quest’ultimo poi costretto al ritiro a sei giri dal termine per un problema meccanico. Altri degni protagonisti sono stati senza dubbio Giovanni Serio e Antonio Crescenti su Giulia Sprint GTA. I piloti hanno lottato per tutta la gara per ottenere la seconda posizione assoluta. Chi, reduce da una grande rimonta, sembrava agli ultimi giri potersi concedere un posto sul podio è il duo Restelli-Zamuner, colpito però da problemi al motore a quattro giri dal termine. Agguerrito Giovanni Verga che manteneva la sua GTV 2000 nelle prime posizioni lottando
con gli avversari di classe. A pochi giri dal termine era però costretto ad un drive through per eccessiva velocità in pitlane durante la sosta obbligatoria, che lo vedeva cedere definitivamente il terzo gradino del podio a Luigi e Niccolò Mercatali.
Sul numero di AutoCapital di dicembre, l’articolo completo sull’“Alfa Revival Cup”.

Post precedente

Mitica Volvo PV444

Post successivo

Fiat S76: dopo cento anni, il rombo feroce della "Belva di Torino"

Redazione

Redazione

Il bello di ieri, il meglio di oggi, le auto di domani: AutoCapital, dal 1981 ogni mese il best-seller in edicola

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *