La nuova Jaguar F-Type R Coupé a trazione integrale si è assicurata la partecipazione al “Bloodhound SSC World Land Speed Record”, superando un importante test di velocità che segna l’inizio della collaborazione fra Jaguar e il “The Bloodhound Project”. L’obiettivo? Portare il record mondiale di velocità terrestre oltre le 1.000 miglia orarie (1.600 Km/h). Il record attuale appartiene a Andy Green, con 763,035 miglia all’ora, ed è stato registrato nel 1997 a bordo del Thrust SSC. Sarà lo stesso Andy Green a guidare anche la Bloodhound SuperSonic Car.
La stabilità della F-Type R Coupé a trazione integrale e le sue capacità dinamiche (che le permettono di raggiungere le 60 miglia all’ora (96,5 km/h) in soli 3,9 secondi, con una velocità massima limitata di 186 miglia all’ora) hanno consentito di portare a termine, nel deserto Hakskeen Pan nella Provincia del Capo Settentrionale in Sudafrica, un test di fondamentale importanza per il “Bloodhound SSC” team.
“Il nostro obiettivo con l’utilizzo delle quattro ruote motrici sulla F-TYPE, – ha dichiarato Ian Hoban, Jaguar Vehicle Line Director -, era quello di mantenere un’impostazione di guida a trazione posteriore, un aspetto molto importante per le sportive Jaguar ed offrire, al tempo stesso, maggiore dinamicità. Il risultato è una vettura gestibile e guidabile ad altissime velocità in tutte le condizioni meteorologiche e stradali.”
La F-Type R Coupé a trazione integrale, è stata guidata ai massimi regimi da Richard Noble, Bloodhound Project Director ed ex detentore del “World Land Speed Record”, che ha dichiarato: “Siamo entusiasti di avere Jaguar come partner principale del progetto Bloodhound. Questo è un grande risultato, in quanto Jaguar è fortemente impegnata nel campo dell’innovazione, delle tecnologie all’avanguardia, della formazione e delle competizioni motoristiche; quindi, per noi, si tratta del partner ideale. Insieme abbiamo sviluppato un team che lavora in grande sinergia e siamo orgogliosi di aver portato il marchio Jaguar nel “Bloodhound SSC” attraverso questa importante collaborazione.”
Dotata dello stesso equipaggiamento radio presente sul “Bloodhound SSC”, la F-Type è stata guidata alla massima velocità, testa a testa, con un jet che volava a 500 nodi ad appena 50 piedi da terra. La velocità combinata finale di quasi 700 miglia all’ora ha consentito di testare con successo il sistema che permetterà la comunicazione tra il personale di terra e Andy Green sul “Bloodhound SSC” che sfreccerà, per la prima volta, nel deserto Hakskeen nel mese di novembre del 2015.

Post precedente

I superprezzi delle aste di auto storiche: bolla speculativa o nuovo trend?

Post successivo

Audi Q3: come migliorare ulteriormente un successo?

Redazione

Redazione

Il bello di ieri, il meglio di oggi, le auto di domani: AutoCapital, dal 1981 ogni mese il best-seller in edicola

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *