A Essen riflettori puntati sulla gloriosa coupé coprotagonista della serie televisiva “The Saint” con Roger Moore nei panni di Simon Templar. Ma nella rassegna tedesca dedicata alle auto d’epoca la Casa svedese ha esposto anche la cabriolet Volvoville e la shooting-brake 1800 ES, oltre a una P1800 del primo anno di produzione

 

V

olvo è celebre soprattutto per le sue grandi station wagon ispirate da principi quali solidità, sicurezza, longevità e robustezza. Valori che accomunano i modelli attuali tanto quanto quelli del passato, in alcuni casi divenuti pezzi da collezione. Sono tuttavia i pochi modelli sportivi di casa Volvo ad aver raggiunto le quotazioni più elevate nel mercato delle auto d’epoca e tra questi è la 1800 S a essere una delle preferite tra i collezionisti dediti alle vetture del passato della Casa svedese. Oltre alla relativa rarità, dovuta alla produzione circoscritta a 47.492 esemplari, suddivisi sostanzialmente in tre serie riconoscibili soprattutto per la differente conformazione dei paraurti, a lama sdoppiata nelle 1800 S della prima e della seconda generazione e a lama monolitica nella terza generazione, dotata di motore 2 litri a iniezione in luogo del precedente “milleotto” a carburatori, la coupé scandinava può vantare anche un ruolo da star del piccolo schermo, essendo stata coprotagonista, insieme con Sir Roger Moore nei panni del’agente segreto Simon Templar nella serie televisiva “The Saint” (Il Santo).

La più celebre delle 1800 S è stata esposta per la prima volta in Europa al salone Techno Classica di Essen, tenutosi dal 21 al 25 marzo, presso lo stand Volvo Cars Heritage, a testimonianza della sempre maggiore attenzione che la Casa di Göteborg, fresca vincitrice del premio Auto dell’Anno con il SUV compatto XC40 (esposto anch’esso a Essen), dedica al mondo delle auto storiche.

L’esemplare in questione appartiene al model-year 1967, essendo stato costruito nello stabilimento Volvo di Torslanda, in Svezia, nel novembre del 1966. La 1800 S di Roger Moore-Simon Templar presenta la carrozzeria Bianco Ghiaccio, monta cerchi Minilite dall’originale motivo a raggi ‘tronchi’ e adotta fari antinebbia Hella e volante in legno Volvo. All’interno la prima coupé prodotta in serie dalla Volvo si distingue per alcuni dettagli che rievocano le riprese della serie televisiva Il Santo, come per esempio il termometro montato sul cruscotto e un ventilatore separato che veniva utilizzato per rinfrescare gli attori durante le riprese in studio.

Roger Moore è stato il primo proprietario ufficiale di questo famoso esemplare di 1800 S. La targa londinese, NUV 648E, è stata rilasciata il 20 gennaio 1967. Due settimane dopo, Roger Moore firmò i documenti di immatricolazione della vettura che hanno accompagnato l’auto fino ai giorni nostri.

 

1967 Volvo 1800 S "ST1" from "The Saint" (TV Series)

1967 Volvo 1800 S "ST1" from "The Saint" (TV Series)

1967 Volvo 1800 S "ST1" from "The Saint" (TV Series)

 

Post precedente

Dacia Sandero, Lodgy e Dokker WOW

Post successivo

Concours d’Elégance Trofeo Salvarola Terme

Redazione

Redazione

Il bello di ieri, il meglio di oggi, le auto di domani: AutoCapital, dal 1981 ogni mese il best-seller in edicola

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *