Navigazione, informazioni sul traffico, avvisi su incidenti e postazioni di controllo della velocità: così i dispositivi dell’azienda francese rendono più sereni i nostri viaggi. Anche a bordo di vetture storiche o di sportive della penultima generazione3

Più sicurezza, più serenità in viaggio. Per sé e per tutti gli utenti della Community Coyote, che può contare ormai su oltre 5 milioni di utenti che hanno percorso sin qui 870 milioni di chilometri monitorando costantemente strade e traffico. Ciascuno di loro è valutato (da 0 a 3 stelle) in base alla frequenza e all’affidabilità delle segnalazioni inviate, così da rendere il più affidabile possibile il servizio fornito agli altri utenti. Coyote non è soltanto un segnalatore di autovelox: permette infatti di condividere la strada con altri esploratori attivi, raccogliendo le informazioni dalla Community che avvisa tempestivamente sulle condizioni delle strade in tempo reale. Grazie alle segnalazioni relative a situazioni di pericolo o di “allerta” che raggiungono l’automobilista in un raggio di 30 chilometri, Coyote rende più sicuro e sereno ogni spostamento in auto, poiché permette di conoscere per tempo le condizioni di traffico, più o meno perturbato, nei dintorni, e offre di conseguenza la possibilità di scegliere un itinerario alternativo evitando la zona congestionata. Grazie all’ampia platea di utenti iscritti alla community Coyote, che trascorre sulla strada mediamente 20 milioni di ore ogni mese, ogni secondo vengono veicolate in media 5 “allerte”.

2Importante poi notare che il servizio Coyote è attivo nell’intera Europa e quindi protegge l’utente anche nei suoi trasferimenti internazionali: per esempio, consente di partire da Roma o Milano e arrivare a Barcellona o Madrid passando dalla Francia sempre informati rispetto alle situazioni anomale di traffico, ai pericoli improvvisi sulla strada e, naturalmente, alle postazioni per il controllo della velocità. Dunque, Coyote non è solo uno strumento legale, per salvaguardare i punti della patente ed evitare spiacevoli sanzioni ma anche per proteggere la nostra “arzilla vecchietta” dagli imprevisti sulla strada. Serenità e sicurezza nel segno della legalità.

Post precedente

Mazda MX-5 Limited Edition in partnership with Pollini Heritage

Post successivo

Ford Mustang Bullitt

Redazione

Redazione

Il bello di ieri, il meglio di oggi, le auto di domani: AutoCapital, dal 1981 ogni mese il best-seller in edicola

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *